16 maggio 2018 20:55

PIU' PUNGENTE CHE MAI

Magaraggia sta per tornare, “preparatevi”

Mai lamentarsi mai giustificarsi. È il motto e il principio che ispira la mia vita. Ma al cittadino lettore che giustamente mi chiedesse perché da quando sono stato eletto presidente di As2 ho smesso di intervenire su questo giornale, non prendendo più posizioni su fatti o misfatti di Rovigo, credo si debba una spiegazione. Ritengo la stampa, l’informazione il “sale” della democrazia, e in un certo qual modo l’ossigeno della mia esistenza. Sono stato cinque anni in silenzio, rispetto alle centinaia e centinaia di interventi sulla stampa che hanno caratterizzato precedentemente il mio impegno politico e il perché è uno solo: sono stato chiamato a gestire un ente partecipato le cui amministrazioni hanno colorazioni politiche molto diverse, se non contrapposte. Immaginatevi il danno all’azienda, ai dipendenti, oltre naturalmente ai soci, sarebbe derivato se avessi pubblicamente scritto che il sindaco del comune alfa è potenziale ladruncolo o del comune zeta un perfetto incapace. Ecco perché ho dovuto trattenermi dall’esprimere il mio pensiero sugli accadimenti locali. Tutto questo ha un nome: si chiama etica, difficile da comprendere per chi ne è privo, ma è così. Tra un mese concluderò volontariamente, come ho annunciato in consiglio comunale a Rovigo oltre un anno fa, il mio ruolo super partes ad As2 ed elencherò pubblicamente gli ottimi risultati conseguiti dalla miglior azienda partecipata polesana. Riprenderò a pieno il mio impegno pubblico, di cittadino, giornalista, politico, svincolato da un ruolo super partes che credo di aver svolto con impegno e serietà.

Ps: Ho già acquistato una “Macchina della verità” cui spero vorranno sottoporsi pubblici amministratori (inviterò tutta la stampa a presenziare). Farò le mie domande, non in ginocchio, a chi ha incarichi pubblici su fatti o misfatti che si sussurrano ipocritamente da orecchio ad orecchio, e che un amministratore non può pensare di tenere nascosti o pensare di non di chiarire o smontare per il ruolo che occupa e che deve essere trasparente come il vetro. Come capirete, rifiutare a rispondere, equivarrebbe a confermare che la domanda corrisponde al vero.

Roberto Magaraggia
Civica Rovigo

CONSIGLIATI