17 maggio 2018 17:30

VIOLENZA SESSUALE ROVIGO

La chiude nel bagno del treno e la abusa

Condannato a 2 anni e 6 mesi
Intervenne la polizia ferroviaria

ROVIGO – E’ stato condannato a 2 anni e 6 mesi perché avrebbe palpeggiato una 17enne, in treno, dopo averla chiusa nel bagno della carrozza. Questa la pena inflitta all’imputato, un 37enne, dal Collegio del Tribunale di Rovigo, per fatti che sarebbero risalenti, secondo questa ricostruzione, al 2014. Il tutto sarebbe avvenuto a bordo del convoglio che viaggiava sulla tratta tra Trieste e Roma. La vittima si trovava con la madre, quando avrebbe annunciato di andare in bagno per utilizzare qualche minuto la presa elettrica lì presente per ricaricare il cellulare. Era il 14 agosto del 2014.

L’uomo la avrebbe seguita e, con la scusa di aiutarla nell’operazione, sarebbe entrato, per poi chiudersi la porta alle spalle. A questo punto, avrebbe detto scherzosamente di volerla “pesare”, cingendola così con le braccia e palpeggiandola. Avrebbe anche provato a baciarla ma, al suo rifiuto, avrebbe cominciato comunque a leccarle la faccia. La ragazzina riuscì comunque ad aprire la porta e a mettersi in salvo, lanciando l’allarme al capotreno.

Il convoglio si fermò a Rovigo per consentire l’ingresso della Polfer, che avrebbe poi identificato l’aggressore grazie ad alcuni tatuaggi che la 17enne aveva notato.