03 maggio 2018 19:19

I.CONSULTING

Danni da rovina di edifici, quando a pagare è il proprietario

ARTICOLO SPONSORIZZATO

Nei casi di danni da rovina di edifici, infiltrazioni o prodotti difettosi, il risarcimento del danno spetta anche in caso di crollo, cedimento strutturale, distacco di parti pericolanti di edifici pubblici e privati. Il proprietario dell’edificio per non essere ritenuto responsabile deve fornire la prova che l’evento non è dipeso da difetto di manutenzione o vizio di costruzione. Alla vittima basterà, invece, dimostrare l’esistenza del danno e la riconducibilità dello stesso allo stato di rovina dell’edificio altrui.
Anche in ipotesi di persona danneggiata da prodotto difettoso, insicuro o comunque nocivo spetta il risarcimento dei danni – patrimoniali e non patrimoniali – da morte, lesione personale, distruzione di un bene diverso da quello difettoso. La responsabilità del produttore prescinde dalla colpa e, se non individuato, ricade sul fornitore che ha messo in commercio il bene.

https://www.infortunisticaconsulting.com/

CONSIGLIATI