16 maggio 2018 20:20

CASTELGUGLIELMO

Contributi per il terremoto, Grassia respinge le accuse: “Sono tranquillo”

Avrebbe chiesto un contributo di circa 160mila euro illegittimo per la gestione dell'emergenza

CASTELGUGLIELMO – Si andrà a dibattimento a metà ottobre, dopo il rinvio a giudizio dei giorni scorsi, per quanto riguarda l’indagine che ha coinvolto il sindaco di Castelguglielmo, Giorgio Grassia, la moglie Alda Tosini e altre due persone, accusate di aver chiesto un contributo di circa 160mila euro per la gestione dell’emergenza del terremoto del 2012 non legittimo.

All’indomani della notizia del rinvio a giudizio, il primo cittadino di Castelguglielmo si dice sereno: “Sono tranquillo, non ho timori, davvero ho sempre agito con cura – afferma -. Confido nella chiarezza che si svilupperà in aula e nel lavoro della magistratura. Mi è stato detto che si andrà a dibattimento a metà ottobre, quindi per il momento aspettiamo, ma davvero non ho ansie o timori. Ho sempre dormito sonni tranquilli, non ho pesi di coscienza e ho sempre lavorato per il bene del mio paese”.

Il contributo incriminato è di circa da 157mila euro, che prima era stato ammesso, poi sospeso, infine revocato, legato alla gestione dell’emergenza successiva al maggio del 2012. Il rinvio a giudizio per gli interessati è arrivato mercoledì 9 maggio, decisione presa dal giudice per le indagini preliminari e che ha portato alla fissazione della prima udienza, per il 18 ottobre prossimo, di fronte ai giudici del Collegio di Rovigo.

L’indagine, partita secondo questa ricostruzione dei fatti da una segnalazione anonima, aveva visto operare i carabinieri, con gli accertamenti che avevano valutato anche la gestione della pratica da parte degli organi preposti del Comune. In sostanza, l’idea della Procura è che gli imputati a vario titolo e con differenti responsabilità ipotizzate, abbiano cercato, senza riuscirvi, di ottenere un contributo per l’emergenza post sisma in relazione a un immobile che non avrebbe avuto i requisiti necessari per accedere a questa contribuzione.

CONSIGLIATI