03 Maggio 2018 16:14

LA STORIA SIAMO NOI

Battaglia di Tolentino, Occhiobello protagonista della rievocazione

Il Comune parteciperà alle iniziative per ricordare la guerra contro gli Austriaci sul territorio italiano 203 anni fa


OCCHIOBELLO – Occhiobello sarà tra le protagoniste della XXIII rievocazione storica della battaglia di Tolentino, l’episodio decisivo, accanto alla battaglia di Occhiobello per la conquista del ponte sul Po difeso dagli austriaci del generale Federico Bianchi, nella guerra persa nel 1815 da Gioacchino Murat, re di Napoli, contro l’Austria. Tra sabato 5 e domenica 6 maggio, nella città in provincia di Macerata, si svolgerà una serie di eventi che vogliono ricordare un periodo di preparazione all’unità e all’indipendenza nazionale.

I momenti più significativi saranno nel week end: la visita guidata ai luoghi della battaglia e la sua ricostruzione con centinaia di figuranti provenienti da tutta Europa. Nella mattinata di domenica 6, in sala Mari in centro città verrà presentato il volume “Dal Trattato di Tolentino al Regno d’Italia – Vicende Storiche del Territorio del Maceratese” a cura di Simonetta Torresi e Enzo Fusari, cui seguirà il convegno storico: “Le Società Segrete tra la Battaglia di Tolentino e i Moti Rivoluzionari del 1831” con relatori Simonetta Torresi e Maurizio Romanato, giornalista di Rovigo. Sarà l’occasione per approfondire i collegamenti e le differenze tra i moti carbonari che si svolsero a Macerata nel 1817 e la cospirazione di Fratta Polesine e Crespino.

Durante la rievocazione verranno effettuate le riprese video per il regista del Tpo Occhiobello Ferdinando De Laurentis, al quale è stato dato l’incarico di realizzare un documentario sulla campagna di Murat e la battaglia di Tolentino, dopo che lo stesso aveva curato e prodotto il film e il documentario sullo scontro armato di Occhiobello. Un modo per valorizzare la storia del Polesine anche fuori della nostra realtà, com’è stato nell’intenzione dell’amministrazione comunale di Occhiobello che ha promosso da anni e con successo ricerche, studi e relazioni relativamente a un momento cruciale della storia d’Italia.

L’amministrazione comunale, che da alcuni anni fa parte della Rete Murat tra le città interessate agli avvenimenti di 203 anni fa, sarà rappresentata nei due giorni di rievocazioni dall’assessore alla cultura Silvia Fuso.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.