12 maggio 2018 08:57

IL CASO A BADIA POLESINE

67 anni e 60 rapine: nuovi guai per il bandito del parrucchino

Tre nuove accuse per lui
Uno dei travestimenti del 67enne

BADIA POLESINE – Nuovi guai per il 67enne originario di Badia Polesine, oggi senza fissa dimora, al quale gli investigatori attribuiscono una attività, come rapinatore di banche, che andrebbe dal 1982 sino al 2016, con un possibile numero di colpi messi a segno pari a una sessantina circa. Era stato arrestato l’estate scorsa, dopo una latitanza di circa un anno, per alcuni episodi che gli venivano contestati, tra Ferrarese e Ravennate, ossia quelle che, assieme al Polesine, sarebbero le sue zone di azione predilette.

L’uomo è noto anche per i travestimenti con i quali entrerebbe di solito in azione: in particolare un parrucchino, ma non solo, dal momento che al momento del controllo poi sfociato in arresto i carabinieri lo avrebbero anche trovato in possesso di ciglia finte e orecchini a calamita. Ora, come detto, si trova in carcere. Qui, gli è stata notificata una nuova ordinanza di custodia cautelare, questa volta per tre episodi che si sarebbero verificati nel territorio di competenza del Tribunale di Ravenna.

CONSIGLIATI