13 aprile 2018 16:31

L'INAUGURAZIONE

“L’Egitto ritrovato”, apre la mostra con restauro di mummie in diretta

Esposta la collezione di Giuseppe Valsè Pantellini


ROVIGO – Apre a palazzo Roncale la mostra “L’Egitto ritrovato“, la prima esposizione di reperti archeologici dell’epoca egizia dove si potrà osservare dal vivo al restauro di due mummie originali, Matyr e Baby. All’interno della mostra, che rimarrà aperta fino al 1° luglio, infatti, si potrà osservare in diretta al lavoro della restauratrice Cinzia Oliva, attiva presso il Museo Egizio di Torino, sulle due mummie che erano conservate e non esposte all’interno dell’Accademia dei Concordi: non solo si potranno osservare le varie fasi del processo di restauro, ma i visitatori potranno anche rivolgerle domande e interfacciarsi con lei.

La mostra, curata dalla dottoressa Paola Zanovello e da Emanuele Ciampini, del gruppo Egitto Veneto, è promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo in collaborazione con l’Accademia dei Concordi e il Comune di Rovigo: “Esponiamo per la prima volta i reperti della collezione Valsé Pantellini – spiega Paola Zanovello – circa 500 pezzi raccolti da un rodigino, Giuseppe Valsé Pantellini verso il 1850 mentre lavorava al canale di Suez”. I reperti coprono un arco di tempo compreso tra il Protodinastico e l’età Tolemaico romana.

Oltre alle mummie in restauro, di Matyr e Baby, una mamma con il proprio bambino, va segnalato il cofanetto ligneo per ushabti in forma di sarcofago, appartenuto al principe Sapair, il sigillo cilindrico databile alle prime dinastie egiziane, due stipiti di falsa porta in calcare bianco con bassorilievo e tanti altri reperti che sapranno guidare i visitatori nella storia dell’Egitto.

“Un’occasione imperdibile per scoprire un tesoro che possediamo a Rovigo – conclude Zanovello – e vedere da vicino come si opera un restauro di una mummia. Un’epoca tutta da scoprire quella egiziana, compreso il loro rapporto con la morte e con la vita, i loro usi e costumi, le loro credenze e i loro valori. Vi aspettiamo”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.