13 aprile 2018 21:00

MOVIMENTO CINQUE STELLE

Le dure sfide polesane per i Grillini

Incontro con la città


ROVIGO – Una serie di sfide impressionante, quella che, in Polesine, attende i parlamentari grillini eletti nel corso della recente tornata elettorale. Se, infatti, alla Politiche nessun candidato polesano dei Cinque Stelle è stato eletto, il successo elettorale del movimento ha comunque fatto sì che non manchino, in Parlamento, quanti si faranno carico di rappresentare le istanze del Polesine. E, un assaggio di quanto li attenda, Francesa Businarolo, Orietta Vanin, Giovanni Endrizzi e Alvise Maniero, lo hanno avuto nella serata di venerdì 13 aprile, quando i quattro eletti hanno incontrato la cittadinanza in Gran Guardia. A presentare la serata e a illustrare le varie tematiche salienti, Leandro Maggi. Presenti in sala anche la consigliera regionale Patriza Bartelle e due dei candidati polesani che non hanno superato la tagliola rispettivamente dell’uninominale e del proporzionale: Micaela D’Aquino e Giacomo Forzato.

Una serie di slide ha introdotto quelli che, in questo momento sono i maggiori problemi e le maggiori urgenze in Polesine. Tra questi, la prossima chiusura del ponte sul Po a Occhiobello e le possibili contromisure per attenuare i disagi (LEGGI ARTICOLO http://www.rovigoindiretta.it/2018/04/ponte-sul-po-chiuso-arrivano-le-agevolazioni-la13/), ma anche la tematica della proliferazione dei supermercati, di recente affrontata dal consiglio comunale di Rovigo, che ha approvato una mozione bipartisan per porre un freno al consumo di suolo (LEGGI ARTICOLO http://www.rovigoindiretta.it/2018/04/la-citta-dice-basta-ai-supermercati/). Ancora, la centralità della pesca nella nostra economia, ma che in Polesine si scontra con il problema del costante interramento del porto peschereccio di Pila.

Così come il turismo, centrale per lo sviluppo, per esempio, di Porto Tolle e Rosolina, ma che incontra difficoltà per esprimere progettualità che possano accedere ai finanziamenti di maggiore portata. Una serie di tematiche, appunto, impegnative e di non facile soluzione, alle quali i neoeletti Cinque Stelle saranno chiamati a prestare attenzione. Ma anche il timore del taglio dei servizi sociosanitari, per esempio ad Adria.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.