16 marzo 2018 15:51

SPETTACOLO ROVIGO

Ruggero Dei Timidi, uno “Tsunami” in città

Dal palco di Zelig in tv al Teatro Duomo. Intervista tutta da ridere al comico dall'inconfondibile caschetto nero


ROVIGO – E’ tutto pronto per la serata che vedrà protagonista sul palco del teatro Duomo di Rovigo Ruggero Dei Timidi, cantante comico salito agli onori della cronaca grazie al programma Zelig e un album esilerante che ha fatto cantare tutta la città. Questa sera, a partire dalle 21, infatti, il cantautore dal caschetto nero farà la sua prima tappa a Rovigo e già da oggi pomeriggio, 16 marzo, ha voluto conoscere la nostra città, pranzando all‘osteria ai Trani (dove si possono trovare i biglietti per lo spettacolo) e passeggiando per il centro storico con una collana hawaiana e occhiali da sole.

“Questa sera sarà uno spettacolo variegato – spiega ai microfoni di Rovigo In Diretta -. Alle mie canzoni abbinerò degli sketch di cabaret. Sono molto contento di ricevere tanto calore dai miei fans rodigini. So tra l’altro che Rovigo è stata eletta città del reggaeton “. Ruggero, al secolo Andrea Sambucco, è in tour da qualche settimana in giro per l’Italia e già domani si sposterà a Trieste sia in acustico, come questa sera, quando sarà accompagnato sul palco dai comici Mattia Casarin e Paolo Franceschini, sia con la sua band. “Sono nato come cantautore – racconta -, e non capisco perché la gente ride con le mie canzoni: alla fine racconto solo la verità con delle evidenze scientifiche che mi supportano”.

Ma sono anche tanti altri i progetti che Ruggero Dei Timidi ha in cantiere. Dalla musica, infatti, spiega si estenderà anche al mondo del vino: domenica 15 aprile presenterà al Vinitaly il suo vino, un cabernet merlot prodotto in provincia di Vicenza. “Se sono riuscito a fare reggaeton riuscirò anche a fare del vino. Io l’ho assaggiato ed è buonissimo”. In attesa del primo sorso, quindi, non resta che aspettare la serata di oggi al Teatro Duomo per scoprire le sue tante nuove hit.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.