28 marzo 2018 18:23

FONDAZIONE CARIPARO

Il progetto dei giovani per il cicloturismo



ROVIGO – Il riconoscimento del 2015, che ha promosso il Delta del Po a Riserva della Biosfera Mab Unesco, ha aperto al territorio nuove opportunità di sviluppo del turismo, con ricadute positive sull’economia locale. A partire da questa esperienza, per valorizzare e promuovere le attività turistiche nel Delta, nasce il progetto #MyDeltaSlow ideato dall’Associazione MY Delta – composta da un gruppo di giovani che hanno partecipato al Mab Youth Forum 2017 – e dall’Ente Parco Regionale Veneto del Delta del Po.

#MyDeltaSlow ha l’obiettivo di valorizzare la forte vocazione della zona deltizia alle attività turistiche slow, in particolare il cicloturismo, mirando a sviluppare e mettere in rete i diversi attori presenti sul territorio. L’iniziativa ha un costo previsto di 199mila euro, di cui 80mila euro messi a disposizione dalla Fondazione Cariparo 40mila euro dallaRegione Veneto.

Tra gli obiettivi principali del progetto: aumentare la qualità dell’offerta ricettiva del territorio attraverso percorsi di formazione per gli operatori turistici, attivando spazi di confronto con le altre  Riserve della Biosfera presenti in Italia; creare rete tra imprese e attori del territorio per sviluppare un prodotto turistico competitivo e soddisfare le esigenze dei visitatori, con particolare attenzione al cicloturismo (settore in forte espansione); coinvolgere il mondo della scuola per valorizzare l’identità locale attraverso percorsi didattici appositamente ideati per gli Istituti del territorio; rafforzare l’immagine e la notorietà della Riserva della Biosfera del Delta del Po e dei suoi prodotti turistici attraverso attività di comunicazione, come: organizzazione e partecipazione a eventi e fiere dedicati, creazione di un sito web e di un’app per presentare tutti i servizi del turismo slow e promozione del Delta del Po attraverso il web e i social network.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.