06 dicembre 2017 09:51

ACCADEMIA CONCORDI ROVIGO

Donne e pace, terzo incontro su Hannah Arendt



ROVIGO – Hillesum, Weil, Arendt: donne che hanno elaborato pensiero e agito comportamenti per un futuro di pace in una prospettiva europea. A loro è dedicato il ciclo “Tre donne per un futuro di pace”, tre conferenze per riflettere sul passato, vivere con maggior consapevolezza il presente, progettare un futuro all’insegna della vitalità.

Giovedì 7 dicembre, alle 17.30 presso la Sala degli Arazzi dell’Accademia dei Concordi, avrà luogo il terzo e ultimo incontro, dal titolo “Hannah Arendt: banalità del bene, radicalità del male”, dedicato alla filosofa, storica e scrittrice tedesca naturalizzata statunitense, la cui figura e pensiero saranno presentati da Laura Boella e Giuseppe Goisis.

Laura Boella è professore ordinario di Filosofia Morale presso il Dipartimento di Filosofia dell’Università Statale di Milano. Si è dedicata allo studio del pensiero femminile del ‘900 e ha sviluppato in particolare il tema delle relazioni intersoggettive e dei sentimenti di simpatia, empatia, compassione.

Giuseppe Goisis, già professore ordinario di Filosofia politica e Politica ed etica  all’Università Ca’ Foscari di Venezia, è impegnato sul versante dei Diritti umani collaborando, fra l’altro, con il Cestudir (Centro Studi Diritti dell’uomo) e con l’Ateneo Veneto.

Come per gli altri incontri, sarà disponibile una scheda di introduzione con note biobibliografiche dedicata all’autrice, a cura dell’Associazione e Rivista Esodo (www.esodo.net).
Il ciclo è organizzato dall’Accademia dei Concordi e dalla Regione Veneto, in collaborazione con il Comune di Rovigo, l’associazione Esodo e l’associazione Carta di Altino. Ingresso libero Per informazioni: 0425 27991 – [email protected]

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.