05 dicembre 2017 16:59

CEREGNANO

Cattivi odori a Pezzoli, residenti: “In ballo la nostra salute”

Aria pesante, occhi che lacrimano e gola irritata: da tempo chi abita in zona deve fare i conti con notevoli fastidi


ROVIGO – In via Rossini, a Pezzoli, la situazione è diventata insostenibile. I cittadini, infatti, da anni ormai lamentano la presenza di ondate di odori fetidi, che non solo non sono piacevoli, ma irritano pesantemente gli occhi e la gola, soprattutto dei bambini. Purtroppo è difficile attribuire una colpa: c’è chi giura di sentire che l’odore arriva dalla zona industriale di Villadose, in particolar modo nei giorni in cui è in funzione l’inceneritore dell’azienda farmaceutica Fresenius Kabi già finita nell’occhio del ciclone per il suo ampliamento (vedi video).

In questi mesi è stato provato di tutto. Anche l’assessore ai lavori pubblici di Ceregnano, Renzo Casetta, si è messo a disposizione di Arpav per effettuare sopralluoghi e registrare i parametri di emissioni nell’aria in quei momenti in cui l’odore è più forte: al momento, però, sembra che i dati non facciano emergere anomalie. “Chiediamo che venga coinvolta anche l’Ulss 5 nelle analisi di queste emissioni: non è possibile che per un giorno tutti i residenti abbiano gola e occhi infiammati senza motivo” spiega l’assessore.

Con lui sono schierati i cittadini, tra cui Vanni Destro, residente a Ceregnano ma la cui madre vive a Pezzoli: “E’ una situazione difficile, soprattutto per chi ha bambini. Ci sono certe serate in cui non si può proprio stare fuori casa. E’ capitato anche a me: ero in un locale qui vicino e ho iniziato a sentire questo odore pesantissimo e a lacrimare. Siamo andati tutti alla zona industriale di Villadose per cercare di capire da dove arrivasse. Vorremmo sapere cosa stiamo rischiando, è la nostra salute che è in ballo. Non dico che le attività debbano chiudere, ma rispettare i residenti sì”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.