11 Dicembre 2017 16:32

EMENDAMENTO IN AULA

Alzare limite d’età per i giovani agricoltori



ROMA – Dopo l’attacco frontale sul cosiddetto emendamento Santini – che di fatto disconosce Imu e Tasi ai rigassificatori con conseguenti  grossi ammanchi alle potenziali entrate per le casse del Comune di Porto Viro – e dopo la battaglia intrapresa da più di due anni sulle accise carburanti da riconoscere come sconti alla pompa di benzina con enormi vantaggi per tutti  i polesani, il senatore Bartolomeo Amidei (FdI) rinnova il suo impegno a favore del territorio sul fronte agricolo. In particolare, l’ex sindaco bassopolesano ha depositato un emendamento all’articolo 17 della legge di stabilità che mira a innalzare l’età giovani agricoltori da 40 a 45 anni: punto di partenza del ragionamento, il fatto che l’età per accedere alla pensione, ormai, viaggia spedita verso i 70 anni senza che nel frattempo, adeguamento dopo adeguamento, nessuno si sia preoccupato di ritoccare al rialzo pure quella per essere considerati “giovani”.

Non una questione secondaria, tutt’altro: si tratta di una condizione necessaria per accedere, ad esempio, a sgravi e benefici che per Amidei debbono viaggiare di pari passo e in modo armonico visto che purtroppo si procede all’innalzamento dell’età pensionabile. Dopo il mancato recepimento da parte del Governo a Palazzo Madama, il senatore non si è perso d’animo riuscendo a far presentare l’emendamento – è in discussione proprio questa settimana – in aula alla Camera, per tramite del collega di partito Fabio Rampelli.

“Significherebbe un beneficio per decine di migliaia di giovani agricoltori – spiega  Amidei – e un aiuto concreto rivolto a un settore strategico per questo Paese che si trova alle prese con difficoltà croniche per via della latitanza del Governo. Un comparto in crisi ma pur sempre vivo cui si deve investire, uno dei fiori all’occhiello, vera e propria eccellenza, del Made in Italy considerato che la qualità ed il nostro know how non si discutono e le condizioni pedoclimatiche favorevoli dell’Italia ci pongono, o almeno dovrebbero porci, in posizione di favore se non altro sul mercato continentale.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.