21 Novembre 2017 09:06

COLDIRETTI ROVIGO

A Villadose in più di 300 per dire “grazie”



VILLADOSE – Un manto erboso e una passerella di foglie di ginkgo, simbolo di speranza, hanno accolto i tantissimi i partecipanti alla Giornata provinciale del Ringraziamento giunti a Villadose per l’edizione numero 67.

A dare il benvenuto alle numerose autorità civili e militari intervenute, insieme ai vertici di Coldiretti Rovigo, il primo cittadino Gino Alessio: “Sono felice di accogliervi per una ricorrenza tanto importante – ha sottolineato il sindaco – siamo vicini all’agricoltura che, per noi, rappresenta il settore primario in tutti i sensi. Un settore a cui vanno riconosciuti tre aspetti importantissimi: consapevolezza, partenariato ed emozione “. Erano presenti, infatti, i senatori polesani Emanuela Munerato e Bartolomeo Amidei, l’onorevole Diego Crivellari, l’assessore regionale Cristiano Corazzari e il consigliere regionale Graziano Azzalin. Nel corso della solenne messa, concelebrata nella chiesa di Santa Sofia dal vescovo Pierantonio Pavanello e dal consigliere ecclesiastico di Coldiretti Rovigo, nonché parroco di Villadose, don Carlo Marcello, è stato posto l’accento sui temi trattati dalla Commissione Episcopale per i problemi sociali ed il lavoro, la giustizia e la pace nel documento elaborato per la 67a Giornata del Ringraziamento: “Terra realtà da custodire”.

“Siamo molto vicini all’agricoltura, in particolare per il ruolo che i coltivatori ricoprono nella custodia della terra, che sarebbe altrimenti abbandonata – ha sottolineato monsignor Pavanello – a chi produce cibo, a chi lavora nei campi dobbiamo la nostra riconoscenza. Il tempo è un occasione per assumerci la responsabilità e portare avanti un modello di sviluppo sostenibile”. Un tema particolarmente legato ai valori di Coldiretti e che fa riflettere su questioni legate alla sostenibilità delle produzioni ed al ruolo delle imprese agricole, come sottolineato in alcuni passaggi del Messaggio che richiama le ragioni “della promozione di una rinnovata pratica di coltivazione della terra, declinata nel segno dell’attenzione all’ambiente, intensificando le buone pratiche già in atto in molte realtà dei nostri territori, favorendo forme di produzione a basso impatto, attente alla biodiversità, capaci di privilegiare le produzione autoctone e senza varietà geneticamente modificate. È anche un modo di contrastare lo sviluppo di quel mutamento climatico che proprio sull’agricoltura ha alcuni degli impatti più devastanti”.

Un passaggio importante, ripreso anche dalle parole del presidente provinciale di Coldiretti Rovigo Mauro Giuriolo: “Ringraziamo per l’annata agraria trascorsa ma siamo anche chiamati a riflettere su un tema particolarmente caro alla nostra Associazione, che da tempo è impegnata nella diffusione di concetti quali sostenibilità e biodiversità, per far maturare anche nei consumatori una maggiore sensibilità nei confronti del consumo di prodotti di stagione, locali e km0, in un periodo di grande difficoltà per le aziende agricole”. Il Messaggio della Cei dà pienamente atto del buon lavoro che Coldiretti sta svolgendo: “Da tempo siamo impegnati a trasmettere questi valori alla comunità ed ai consumatori – ha affermato il direttore di Coldiretti Rovigo, Silvio Parizzi – che con le loro scelte d’acquisto possono riconoscere ai coltivatori il loro lavoro, non solo come produttori di cibo, ma anche come custodi del creato”.

A seguire, consegna del Premio San Martino 2017 all’associazione La Volanda Onlus di Rovigo, rappresentata dal presidente Ugo Mariano Brasioli. Il premio, che consiste in un contributo economico, andrà a sostenere l’attività svolta nei confronti della disabilità e del disagio sociale in età post scolare, rendendo possibile l’affermazione della dignità della persona. ”Ringraziamo Coldiretti Rovigo per questo contributo – ha affermato il presidente Brasioli – di cui non verrà sprecato nemmeno un centesimo”. Infine, la consueta benedizione delle macchine agricole, integrata da vetture private, tir, camion e bilici industriali, sempre particolarmente attesa dai partecipanti.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.