09 novembre 2017 17:53

FORZA ITALIA ADDIO

Il senatore Amidei entra in FdI: “Scelta di coerenza”

All'origine le divergenze sul "Rosatellum" e il passaggio di consegne con Cortelazzo


ROVIGO – Bartolomeo Amidei lascia Forza Italia e passa in Fratelli d’Italia. Il senatore polesano, già coordinatore provinciale del Partito di Berlusconi, carica passata a Piergiorgio Cortelazzo peraltro non senza polemiche come dichiarato in questo video (http://www.rovigoindiretta.it/2017/09/amidei-vs-cortellazzo-paroli-la-staffetta-dei-veleni/), saluta dunque gli azzurri per abbracciare Giorgia Meloni, rappresentata a livello provinciale da Daniele Ceccarello.

La motivazione ufficiale è la divergenza di vedute in merito all’approvazione della nuova legge elettorale, il Rosatellum: “Sono contrario a questa legge elettorale e non posso certo condividerne la visione come chiede invece Forza Italia  – spiega Amidei – E’ una brutta legge, confusionaria, che non ascolta la gente. E la mia priorità da sempre, prima come sindaco ora come parlamentare, sono i cittadini e le loro esigenze. Ho trovato inevitabile avvicinarmi a Fratelli d’Italia, gruppo politico che si continua ad occupare di quelle che per me sono le priorità: le persone e i loro problemi”.

Il senatore non risparmia critiche anche alla gestione del partito a livello regionale, situazione che l’ha direttamente coinvolto: “Si è voluto stravolgere il partito iniziale, sono state calate decisioni dall’alto e sono cambiate le priorità. Non mi riconoscevo più e nonostante non sia stato cacciato, ritengo doveroso e coerente avvicinarmi a un gruppo, quello di Giorgia Meloni che ha le mie stesse visioni politiche”. FdI-An che in Polesine sta crescendo: “Le ultime amministrative ci hanno portato a un 10% di consensi – commenta il coordinatore provinciale Daniele Ceccarello –  Abbiamo diversi assessori e ora anche un senatore che ci rappresentano. La nostra priorità? Dare una risposta ai tanti giovani senza lavoro”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.