18 Settembre 2017 11:41

Graffio del 18.09.2017

BB, ovvero la fattoria-centrale e la centrale-fattoria


Originariamente con BB si intendeva Brigette Bardot. Un gran bel intendere. Poi è diventato sinonimo di Bed & Breakfast. In provincia di Rovigo oggi sta a indicare i sindaci di Rovigo e Porto Tolle Bergamin e Bellan. Uno ha una Fattoria, che per il dinamismo e la creatività sembra una centrale, l’altro ha una centrale elettrica, che da quando è spenta sembra una fattoria, alquanto malmessa, tra l’altro.
Infatti, in coerenza con questa situazione, il sindaco Bellan si esibisce con l’assessore Ielasi (ricordando Battisti: “il carretto passava e quell’uomo gridava… Ielasi”) in un classico pezzo: Furia cavallo del West, assieme al grande Mal. I maligni dicono che più che di un cavallo si dovrebbe parlare di Lucignolo dopo un mese nel paese dei balocchi, ma se le cose non vanno bene si dice anche canta che il Mal ti passa.

L’ultima novità in tema di riconversione della centrale è la creazione di un parco tematico o di un villaggio turistico. Entrambi i progetti hanno in comune la trasformazione del camino in una torre di osservazione con annesso ristorante. Quasi trent’anni fa Virginio Bettini, noto docente Iuav oltre che ambientalista, lanciò la stessa idea ma come provocazione scherzosa. Adesso L’Enel la propone e tutti dovrebbero capire che è una bufala. “Non ci sono bufale a Porto Tolle – dice Bellan – Quelle vivono in Maremma e Campania”. L’insostenibile leggerezza dell’essere….

Non va meglio all’altra parte della BB. Bergamin, tra tante disgrazie, aveva un fiore all’occhiello: il centro commerciale La Fattoria. Quando ha comunicato che il centro si ampliava pensava di essere accolto come un eroe e invece i commercianti della Lega Nord sono insorti e hanno chiesto di espellere il presidente del centro commerciale Claudio Zoccarato, quasi fosse un “negro” qualsiasi.
Il capo dei rivoltosi è un tal Benito Borella detto Alberto, consigliere comunale. Se qualcuno avrà voglia di leggere il suo curriculum sul sito del Comune di Rovigo capirà immediatamente perchè vuole vederci chiaro sull’ampliamento. Nella sua vita ha aperto numerosissimi negozi che ha poi chiuso, salvo qualche rara eccezione. La commissione d’inchiesta non è per scoprire chissà quale irregolarità ma per capire come si possa tenere aperto un centro commerciale per addirittura 20 anni…

Ma tutto questo (parafrasando De Gregori) Bergamin non lo sa. Si sente tradito e circondato e comincia ad avere visioni. Ha confidato agli “sguotteri” di aver visto il Borella in calzamaglia aggirarsi sui tetti del centro e gridare: “Sono Borellik, il vendicatore solitario”.
L’unica soluzione sembra il trasferimento a Roma in veste di parlamentare alle prossime elezioni, magari cavalcando Furia, il cavallo del West alias Claudio Bellan.
Miaoo

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.