30 Agosto 2017 18:51

POLITICA E RIMBORSI

Ma quanto ci costa l’assessore di Rosolina?

Moretto attacca la scelta di nominare Falconi


ROVIGO – Era l’11 agosto quando Stefano Falconi, segretario provinciale della Lega Nord, è stato nominato assessore alle partecipate del Comune di Rovigo.

Un’investitura arrivata a sorpresa da parte del sindaco Massimo Bergamin, dopo la cacciata di Andrea Donzelli, che era assessore alla cultura e il cui referato è poi finito nelle mani di Alessandra Sguotti, già assessore allo sviluppo economico. Il classico rimpasto di giunta che però ha convinto poco sin da subito la politica rodigina, soprattutto perché non si è cercato di valorizzare gli esponenti politici “nostrani”, come ad esempio i consiglieri della Lega Nord votati dai cittadini, ma si è optato invece per un uomo di partito di Rosolina, realtà lontana dalla quotidianità cittadina.

Dubbi e perplessità sono stati sollevati anche per il chilometraggio che Falconi dovrà affrontare ogni giorno per lavorare in Comune di Rovigo: un conto che sarà presentato ai cittadini, visto che la legge prevede il rimborso delle spese di viaggio degli amministratori e su cui Mattia Moretto, consigliere di minoranza indipendente del Pd, ha deciso di andare a fondo.

Secondo le tabelle Aci, infatti, un rimborso chilometrico medio è di 0,5 euro a chilometro. Tradotto: l’assessore lavorerà tutti i cinque giorni feriali e avrà diritto a circa 1200-1300 euro al mese di soli rimborsi benzina, oltre lo stipendio da assessore che è di circa 1800 euro al mese. Una cifra che, secondo Moretto, poteva essere investita in altro modo visto le scarse risorse delle casse comunali, chiamando qualcuno di Rovigo ad amministrare. Il consigliere annuncia quindi che presenterà un’interrogazione in cui chiederà a Falconi di rinunciare al rimborso spese, per il bene della comunità rodigina. La palla ora passa a Falconi…

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.