31 Agosto 2017 16:36

ROVIGO SUL RED CARPET 1

Franceschini benedice la mostra AttorInvoce

Ministro in visita per l'anteprima del libro Senti chi parla 


VENEZIA – Il Festival del Cinema di Venezia inaugura i suoi splendori e comincia dal doppiaggio, arte ed eccellenza italiana, che si è messa in mostra, per iniziativa della Polesine Film Commission presieduta da Angelo Zanellato, nei saloni della Regione Veneto all’Excelsior Hotel.

L’inaugurazione della mostra interattiva “AttorInvoce” e l’anteprima del libro “Senti chi parla“, dedicati alla voci del cinema, ha avuto come padrino il ministro dei Beni e Attività Culturali Dario Franceschini che si è intrattenuto a lungo davanti ai pannelli dell’esposizione, accompagnato, oltre che da Angelo Zanellato, dal sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle Finanze Pier Paolo Baretta e dall’assessore regionale alla Cultura Cristiano Corazzari. L’iniziativa dedicata al doppiaggio è stata finora la più cliccata sulla pagina Facebook della Biennale di Venezia con oltre 27.600 mila visualizzazioni e la prima per like, oltre 900: un successo per la Polesine Film Commission che per prima ha creduto nel progetto. 

Domani, venerdì 1 settembre, presentazione del docufilm “Generazioni parallele” di Nicola Berti e dei filmati “I tesori del Polesine” di Fozzato Riccardo e Pierluigi Begossi nei quali il territorio del Polesine è il protagonista naturale di tutte le scene. Sabato la presentazione del libro Senti chi parla – Le 101 frasi più famose del cinema e chi le ha dette veramente alla quale seguirà la consegna del Leggio d’Oro, il più antico premio dedicato ai doppiatori. I premiati saranno Angelo Maggi, voce di Tom Hanks, è Chiara Colizzi, voce di Uma Thurman.

Infine domenica 3 settembre al centro delle attività della Polesine Film Commission, proiezione del film “Tanto non t’amerò” di Ferdinando De Laurentis, i corti “Waiting room” della LP network a cura di Ferdinando De Laurentis, il corto metraggio “Psicopompo” di Morgan Menegazzo e Maria Chiara Pernisa ed il documentario “Dino”  sulla figura di Davide Lanzoni, rugbysta, medico, dirigente sportivo e fondatore della Società Sportiva Rugby Rovigo di Alberto Gambato.

“Un ricco calendario di iniziative – rileva Angelo Zanellato – che per l’ottavo anno consecutivo ha l’obiettivo di portare il nostro territorio polesano all’attenzione del settore cinematografico internazionale”.

DISCLAIMER:
I tuoi commenti agli articoli saranno gestiti dalla piattaforma 'Disqus' attraverso i login dalla stessa previsti.
Ti rinviamo alla piattaforma ed ai Social che ne permettono l'accesso per quanto attiene l'informativa in materia di trattamento dei dati.
Noi non abbiamo una gestione diretta delle informazioni ma potremo impedire la loro pubblicazione qualora a nostro insindacabile giudizio non rispettino il codice etico del giornale.

Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e/o ai seguenti servizi aggiuntivi. Dichiaro altresì di avere preso visione della Policy Privacy all'apposita sezione del sito.
Si autorizza espressamente al trattamento dei dati forniti per le finalità connesse al servizio richiesto e le comunicazioni commerciali.