“La navetta che affonda il centro”: Silvia Menon attacca il bus per la Fattoria

Cronaca, Polesella, Rovigo, Rovigo e dintorni |

Attivato un nuovo servizio che nel fine settimana permetterà di raggiungere i due centri commerciali di Borsea, Palazzo Rosso e Polesella. Per la consigliera d'opposizione è solo l'ennesimo schiaffo ai commercianti cittadini

il bus che dallo scorso fine settimana collega il centro alla Fattoria, un servizio che per qualcuno è solamente utile ma per qualcun altro è un colpo ferale ai negozi del centro di Rovigo

Trambusto: il bus che dallo scorso fine settimana collega il centro alla Fattoria, un servizio che per qualcuno è solamente utile ma per qualcun altro è un colpo ferale ai negozi del centro di Rovigo

ROVIGO – «Un nuovo City bus per collegare il centro alla Fattoria». Questo l’annuncio di Palazzo Nodari che saluta trionfalmente l’inaugurazione di un nuovo servizio navetta, attivo dal venerdì alla domenica,

È infatti attivo da venerdì 15 luglio un bus navetta gestito dalla ditta Garbellini che metterà in comunicazione, nel fine settimana, il centro storico con il centro commerciale 13, con La Fattoria, con le piscine di Palazzo Rosso, per poi proseguire fino a Polesella. Il costo di una singola corsa è di 2,40 euro fino alla Fattoria e di 3,10 fino a Polesella. Con partenza da piazza Appiotti e diverse corse spalmante tra mattino, pomeriggio e sera (venerdì e sabato partenza da Rovigo alle 10.10, 14.30, 19.50, 21.20, 23.30; domenica 9.40, 13.30, 15.30, 19.50, 21.20), la navetta permetterà di raggiungere le due più grandi aree commerciali rodigine, cinema compreso, senza la necessità si spostare la macchina. Una novità che, se da una parte farà certamente la gioia di qualcuno, dall’altra non manca di sollevare qualche interrogativo e polemica. «L’autobus che porta in Fattoria è l’ennesimo schiaffo morale ai commercianti del centro» attacca Silvia Menon, consigliera comunale d’opposizione.

«L’autobus che dal centro porta in Fattoria è soltanto l’ultimo episodio di un declino culturale iniziato tanti anni fa dai politici che anche oggi sono alleati di Bergamin. – continua Menon – Scelte urbanistiche sbagliate: centri commerciali enormi a mezzo chilometro dalla città. Villette a schiera nelle frazioni. Viabilità impossibile in centro. Parcheggi solo a pagamento. Per anni il Corso è stato un cantiere. E il centro che muore». Da sempre, infatti, moltissimi commercianti lamentano la difficoltà nel gestire la propria attività con supermercati e magazzini così grandi a pochissimi minuti di distanza dal cuore di Rovigo. Una situazione che oggi, grazie alla navetta, potrebbe peggiorare anche sensibilmente. Ma per Silvia Menon qualche possibilità di invertire la tendenza c’è: «La nostra lista inizia una raccolta firme nella quale verrà chiesto di sottoscrivere l’iniziativa politica del gruppo: parcheggi gratis al sabato. Anzi, dal venerdì alle 18. Il ripopolamento del centro passa anche da qui. La gente si sposta in auto. Il biglietto del parcheggio è un fastidio. Purtroppo in piazza non abbiamo il Colosseo o l’Arena. Venire in centro a Rovigo deve essere comodo. Altrimenti la gente va da un’altra parte. Sul Corso servono almeno 50 parcheggi in più che si possono fare subito. Possiamo costringere le auto ad andare lente. I negozi in centro non sono solo dei commercianti, sono dei suoi abitanti. I negozi aperti hanno anche una funzione sociale nell’aumentare il senso di sicurezza delle persone. Il centro senza negozi sarà un luogo lugubre, squallido. Il patrimonio dei cittadini è fatto anche dalle vetrine. Mi appello a voi rodigini: scegliete il centro, comperate in centro. Sono tanti i negozi di qualità. Ce ne sono per tutte le tasche».

Insomma, la formula vincente sarebbe più parcheggi e meno costosi. Una soluzione che, tuttavia, secondo Menon troverebbe degli ostacoli ben precisi, di natura politica ancor prima che tecnica. «Noi la campagna elettorale ce la siamo autofinanziata. Mentre sappiamo bene che c’è chi ha interessi commerciali in città che di sicuro non ci finanzierà mai ma che ha sempre trovato terreno fertile nella politichetta rodigina – affonda – Mi aspetto tanto entusiasmo anche quando verrà presentato il bus navetta con partenza alla Fattoria e arrivo all’Outlet di Occhiobello. Non mancherò di proporlo agli amministratori dell’Outlet. Spero che il sindaco Bergamin andrà all’inaugurazione. Ci sarò anch’io a gustarmi la scena da vicino».

Marco Baroncini

Condividi ora!

Lascia un commento

In Video