Maddalena tra degrado e vandalismo, Bonvento: “Dal sindaco tanti proclami ma zero fatti”

Cronaca, Primo piano, Rovigo, Rovigo e dintorni |

Il consigliere comunale della Lista Menon parla di vera e propria emergenza per l'ex ospedale della Commenda, dopo che il vicino campo Coni ha subito l'incursione di qualche balordo: “I rischi che l'incuria si estenda alla parte pubblica del parco e alla zona adiacente sono reali. Sta già accadendo”

l'ex ospedale Maddalena rifugio di vandali e balordi nonostante le diverse ordinanze di sgombero da parte dell'amministrazione

Complesso da risolvere: l'ex ospedale Maddalena rifugio di vandali e balordi nonostante le diverse ordinanze di sgombero da parte dell'amministrazione

ROVIGO – «La situazione è d’emergenza». A scandirlo è Marco Bonvento, consigliere comunale d’opposizione con la lista civica Silvia Menon, riferendosi l’ex ospedale di Rovigo. Un edificio abbandonato e degradato sito in Commenda, dietro parco Maddalena. Un vero e proprio rifugio tanto per senzatetto quanto per delinquenti e criminali, già sgomberato più di una volta senza, a quanto pare, particolare successo. «Dall’ospedale abbandonato al campo Coni per rompere e rubare. Non importa cosa, l’importante è fare i vandali. Il Maddalena è abusivamente abitato, nonostante i proclami del sindaco. Ci sono ancora i balordi che ci vivono dentro, l’incuria che regna in quella zona può facilmente allargarsi – spiega il consigliere – I rischi che il degrado si estenda alla parte pubblica del parco e alla zona adiacente sono reali. Sta già accadendo».

Bonvento conosce bene la realtà del campo Coni. Lui là ci va quasi ogni giorno, per praticare sport o per seguire i ragazzi della squadra di cui è vicepresidente. «Non si contano più i proclami del sindaco nei quali annuncia tolleranza zero per il Maddalena. Ormai ha perso ogni credibilità. Solo parole, in un tema, la sicurezza, che dovrebbe essere tanto caro ai leghisti – affonda -. Non sono la povertà o il disagio sociale che creano la criminalità, ma l’incuria di una città. Il lasciare andare le cose senza sistemarle. Mentre l’amministrazione non fa nulla, o propone soluzioni pittoresche e mirabolanti quali, ad esempio ordinanze di sgombero, l’intervento dell’esercito o di Vladimir Putin in persona, parco Maddalena lasciato all’incuria, si riempie di presupposti per creare criminalità. Luogo di facile accesso giorno e notte, a due passi dal centro, ignorato da tutti. Il problema va risolto alla radice». Non si contano più, infatti, le segnalazioni e le lamentele da parte dei residenti per lo stato in cui versa l’ex ospedale. «Il Parco Maddalena , come i giardini delle Torri devono essere riempiti di bambini, di giovani – conclude Bonvento -, e non abbandonati agli sbandati, e questo politicamente richiede iniziative culturali, assegnare ad esempio quei luoghi all’animazione estiva».

Sempre restando in tema di degrado e sicurezza, qualche giorno fa è stato proprio il parco delle torri rodigine a finire al centro della polemica. A destare scandalo sono stati alcuni immigrati, attualmente ospitati in strutture locali, i quali, non avendo nulla da fare, dormivano distesi all’ombra sulle panchine. Certo, niente di pericoloso per i passanti, ma sicuramente non esattamente ciò che ci si aspetta di vedere in una zona frequentata da tanti bambini e ragazzi. Ad intervenire sulla questione è Antonio Rossini, consigliere comunale d’opposizione di Fare, che già in passato aveva presentato mozioni per spingere l’impiego di tali persone per lavori di pubblica utilità, come lo sfalcio dell’erba, la tinteggiatura edifici pubblici o la raccolta di cartacce. Proposte, lamenta Rossini, tutte bocciate dalla maggioranza. «I cittadini di Rovigo, i simpatizzanti del centro destra, e in particolare chi ha votato questa maggioranza, devono sapere che il sindaco e i suoi soldati politici, hanno preferito che mamme, bambini, anziani, non utilizzino più i parchi e le piste ciclabili consegnandoli a dormitori pubblici presidiati dagli immigrati che non possono, per volontà di questa amministrazione, ricambiare l’ospitalità con lavoretti utili per la nostra città! È questa la città che vuole chi ha votato centrodestra?» si chiede il consigliere.

Marco Baroncini

Condividi ora!

Lascia un commento

In Video