15 aprile 2018 11:58

SAN PIO X ROVIGO

La protesta: “Un intero quartiere sequestrato”

ROVIGO – “Nulla contro la maratona, figurarsi. Sono stata anche a quella di Firenze, ma lì avevano predisposto un percorso alternativo per i residenti, mentre questa mattina il quartiere di San Pio X è sequestrato”. E se ad usare il termine “sequestrato” è un avvocato, difficile pensare lo faccia a sproposito, almeno dal suo punto di vista. Sara Culatti, avvocato di Rovigo, residente per l’appunto a San Sisto, si fa portavoce del disagio che tanti suoi vicini hanno subito. “Persone che avevano turni di lavoro e impegni familiari e che letteralmente non possono uscire dal quartiere, se non a piedi”.

Il tutto in occasione della Half Marathon, andata in scena, con la quarta edizione, nella mattinata di domenica 15 aprile (LEGGI ARTICOLO). Una manifestazione con la quale nessuno ce l’ha, importante precisarlo. Anzi: ben venga. Il problema che viene fatto notare dai residenti di San Pio X è che avrebbe dovuto essere predisposto un percorso alternativo per potere uscire di casa che, invece, non c’è stato.

“Ho avuto due colloqui telefonici con la polizia locale – prosegue Culatti – Mi è stato indicato un percorso alternativo, ma, quando lo abbiamo imboccato, ci siamo trovati davanti un volontario che bloccava la strada e che ci ha detto che non ne sapeva nulla. Alla fine, chi aveva impegni è partito a piedi”.

CONSIGLIATI