11 marzo 2018 19:01

COMUNE DI LUSIA

Taglio del nastro per la nuova sede municipale

LUSIA – Uno stabile che ritrova vita grazie all’accordo tra amministrazione comunale di Lusia e Banca Adria. Quella che era la vecchia sede della Banca di credito cooperativo di Lusia è da sabato la nuova sede municipale. In un clima festoso, il sindaco Luca Prando ed il presidente di Banca Adria Giovanni Vianello hanno accolto cittadini e le autorità per il taglio del nastro ufficiale.

“Il consiglio di amministrazione di Banca Adria – ha detto il sindaco Prando – l’anno scorso, venuto a conoscenza delle condizioni limite di agibilità degli uffici comunali, ha proposto in comodato d’uso gratuito l’immobile ex sede di banca Adige Po oramai inutilizzato dall’anno 2013. Ovviamente l’amministrazione comunale ha accolto con immenso piacere, anche perché non capita tutti i giorni di ricevere proposte così allettanti. Tutto questo dimostra ancora una volta che la collaborazione tra le istituzioni anche con i privati si riversano in servizi per alla cittadinanza. Banca Adria ha dimostrato ancora una volta la sensibilità verso il territorio Polesano e in particolar modo verso il territorio lusiano”.
Entusiasta anche il presidente Vianello: “Non so se siate più felici voi di ricevere o noi di donare perché siamo veramente felici che questa struttura sia messa a disposizione della comunità di Lusia ed è nello spirito della nostra Banca”.

Tantissime le autorità presenti, tra cui il vice prefetto di Rovigo Carmine Fruncillo, il questore Salvatore Cilona, l’assessore regionale Cristiano Corazzari, i sindaci di Lendinara Luigi Viaro e di Barbona Francesco Peotta, il presidente del consiglio comunale di Rovigo, Paolo Avezzù. Presenti anche le nuove elette al parlamento italiano, ovvero la deputata Antonietta Giacometti e la senatrice Roberta Toffanin. Ed ancora i presidenti di Coldiretti Mauro Giuriolo e della Cia, Aglio Giordano. Il parroco di Lusia Fabio Bolognesi ha impartito la benedizione alla sede di lavoro ed ha donato al sindaco una icona da appendere nei locali dell’amministrazione.