20 marzo 2018 17:10

MOSTRA ROVIGO

“Le madri e i padri fondatori dell’Europa” al Grandi Fiumi

ROVIGO – “Le madri e i padri fondatori dell’Europa”, è il titolo della mostra in programma dal 22 marzo al 4 aprile nelle sale polivalenti del Museo dei Grandi Fiumi. L’iniziativa è proposta da Europe Direct (agenzia che opera per la diffusione dello spirito europeo sul territorio veneto) e organizzata dal Liceo Celio-Roccati con il sostegno del Comune di Rovigo.

Si tratta di una mostra didattica, che fonde due percorsi espositivi: quello dei padri fondatori su documentazione ufficiale della Commissione Europea e quello delle madri fondatrici su progetto dell’Università La Sapienza di Roma, frutto del lavoro della ricercatrice Maria Pia Di Nonno (con i ritratti di Giulia Del Vecchio), per il quale il Dipartimento per le Politiche europee della Presidenza del Consiglio dei ministri collabora nella diffusione nazionale.

Ad integrazione di ciò alcuni pannelli raccontano l’esperienza triennale dell’istituto cittadino, coinvolto nel progetto Erasmus+, dal titolo ‘How it is to live, study and work in a foreign EU country’, (“Come è vivere, studiare e lavorare in un Paese straniero dell’Ue”) che intendeva indagare le diverse modalità di vita, studio e lavoro in sette Paesi europei (Spagna, Uk, Finlandia, Paesi Bassi, Estonia, Italia, Polonia). Verranno esposti 17 pannelli bilingue italiano-inglese sui 20 leader (9 donne come “madri”e 11 uomini come “padri”), che hanno ispirato la creazione dell’Unione Europea.
Gli studenti che hanno partecipato al progetto Erasmus+ faranno da guida all’interno della mostra secondo un progetto di alternanza Scuola-lavoro.

“E’ una bellissima iniziativa – ha detto il sindaco Massimo Bergamin – che dimostra la passione e l’impegno di giovani studenti, nella conoscenza della storia. Un plauso a loro e agli insegnanti. Siamo felici di sostenere questa mostra, con l’auspicio che venga condivisa da tutti i cittadini”. Il Comune ha concesso l’utilizzo gratuito delle sale. L’inaugurazione si terrà giovedì 22 marzo alle ore 12 e l’ingresso è libero al pubblico nei seguenti orari: dal lunedì al sabato dalle ore 9 alle 13 e dalle 14.30 alle 18.30. Giorni di chiusura: sabato 31 marzo e lunedì 2 aprile.

CONSIGLIATI