12 marzo 2018 09:38

VOLLEY FEMMINILE SERIE B

Fruvit, passo falso a Riva del Garda

C9 ARCO RIVA v FRUVIT ROVIGO 3-1 (25-21, 16-25, 25-18, 25-17)

C9 Arco Riva: Bianchi (11), Corradini (7), Rebecchi (9), Fontanari (19), Vivaldi (7), Enei (10), Raffaelli (1), Rosà, Mattiace, Manno, Chistè, Pellegrini, Gasperini (L). All. Di Nardo

G.S.Fruvit: Coltro (3), Ghiotti (1), Berasi (2), Toffanin (8), Battistella (14), Ferroni (14), Bolognesi (10), Casprini (5), Ferrari, Giardini, Fyda, Negrato (L). All. Breviglieri

Arbitri: Fumagalli e Repellini

 

RIVA DEL GARDA (TN) – Passo falso della Fruvit, tornata a mani vuote dalla trasferta di Riva del Garda, sconfitta che poteva essere messa in conto, visto il secondo posto occupato dal C9 Arco Riva. Breviglieri ha schierato Berasi in palleggio, Ferroni opposto, Battistella e Bolognesi in banda, Coltro e Toffanin centrali. Negrato, nonostante l’infortunio alla coscia, ha giocato e ha retto. Poi per qualche rotazione sono entrate Ferrari, Casprini, Ghiotti e Giardini .

Rodigine ferme a quota 32, al quinto posto, a cinque punti dalla zona play-off. Sembrava buono l’inizio della gara per Fruvit, primo set in vantaggio 5-8, 10-16, 12-18, poi un break positivo del C9 che impatta a 18 e prende il largo lasciando poco spazio all’attacco rodigino. Nel secondo set sembra che Breviglieri abbia indicato la rotta da tenere, sempre in vantaggio Fruvit, con sprazzi di buon gioco, dal 3-8 si porta tranquillamente a condurre il set raddoppiando la distanza, 6-14.
Tutto il sestetto sembra marciare a pieni giri, Bolognesi e compagne raggiungono l’ 11-20 e con tranquillità conquistano il secondo set.

Tutto sembrava di buon auspicio, anche la partenza del terzo parziale è a vantaggio Fruvit, 6-8. Poi le padrone di casa reagiscono molto bene, impattano e si portano sul 10-8. Le rodigine tentano il recupero, pareggiando a 10, vanno in vantaggio sul 13-16, ma si fanno raggiungere, il C9 non regala niente, e approfitta degli errori rodigini per conquistare il set. La possibilità di ribaltare la situazione, si ripresenta nel quarto set, Fruvit parte ancora in vantaggio, 6-8, 6-10, ma poi commette qualche errore di troppo in difesa, permettendo alla formazione trentina di raggiungerle. Il C9 vede il traguardo a portata di mano, e imprime un’accelerazione al match, 16-14, 21-16, mettendo fine alla rincorsa rodigina.

“Rimango dell’idea che il treno sia stato perso nelle partite con Verona e con Lemen in casa – analizza a fine gara coach Breviglieri – Stasera abbiamo anche giocato bene a sprazzi, abbiamo subito i soliti filotti, da cui poi non riusciamo a venire fuori. Nel primo set eravamo partiti molto bene, ci siamo fatti prendere e non ne siamo più usciti. Il nostro attacco è stato alto per quasi un set e mezzo, poi si è drasticamente abbassato, facendo meno errori rispetto alle ultime partite, ma non riuscivamo a mettere la palla per terra. Ora la matematica non ci condanna, ma siamo tagliati fuori dal gruppo di testa, e le squadre dietro continuano a fare risultati buoni”.

Sabato 17 marzo Fruvit affronterà al palasport di Rovigo il Cerea, a meno 4, con 28 punti.