09 marzo 2018 18:29

POLESINE IN LUTTO

Addio a Giorgio Bellato, padre del Pane di Loreo

LOREO – Il comune di Loreo si prepara a dare l’ultimo saluto a Giorgio Angelo Bellato, maestro dell’Arte bianca e creatore del Pane di Loreo. Una vera e propria istituzione, dunque, la cui scomparsa rappresenta una grande perdita per l’intera provincia di Rovigo. I funerali di Giorgio Angelo Bellato si svolgeranno nel duomo di Loreo sabato 10 marzo alle 15.30.

Giorgio ha trascorso l’intera sua vita a servizio della famiglia e del sociale impegnandosi in prima persona per la creazione del Pane di Loreo un prodotto conosciuto a livello nazionale da lui creato partendo dalla pura tradizione panificatoria ed innovando in una continua ricerca di qualità conosciuta e stimata in tutta Italia.

Negli anni difficili della giovinezza ha iniziato la sua conoscenza dell’Arte bianca a soli nove anni nei forni del paese giungendo a fondare un rinomato panificio con i fratelli Ermenegildo, Rosandro, Luigi e Carluccio. Passati i tempi cupi della guerra e dell’alluvione del Polesine aveva scelto di rimanere a Loreo per dare vita con i fratelli ad una impresa che ha portato sulle tavole dei polesani un prodotto particolare ed apprezzatissimo. Milioni di ciambelline e di torciglioni sono passati fra le sue mani, migliaia di dolci e di celeberrime focacce pasquali sono arrivate sulle tavole di molti portando sempre alto il nome di Loreo.

Negli anni ’60 e per oltre 40 anni ha seguito ogni fase della creazione dei suoi impasti curando la scelta degli ingredienti ed il rispetto delle ricette tradizionali che via via ha voluto trasmettere a generazioni di abili fornai che si sono nel tempo formati alla sua scuola. Nel premiato panificio dei fratelli Bellato sono passate decine di scolaresche per ammirare da vicino la nascita del pane biscotto.

Il panificio è stato per anni anche punto di passaggio di semplice clientela ma anche di personaggi del mondo dello spettacolo, giornalisti e politici anche esteri desiderosi di vedere da vicino il processo di creazione del pane biscotto di Loreo.

Un pane distribuito in tutta Italia dalle caratteristiche ancora inimitate, un pane che ha fatto conoscere Loreo ovunque. Molti gli emigrati che dalla Lombardia o dal Piemonte richiedevano il pane di Loreo per poter sentire ancora una volta il sapore di casa. Pane e salame o la semplice colazione a base di caffellatte e panbiscotto ruotavano attorno al prodotto che Giorgio sapientemente sapeva offrire sempre fresco e fragrante.

Il Pane di Loreo ha dato anche origine ad una favolosa sagra che nella terza domenica di giugno richiama a Loreo migliaia di persone desiderose di assaporare il celebre prodotto e le specialità del territorio. Da sempre Giorgio Bellato si è contraddistinto nel suo impegno nel sociale ed agli impegni del lavoro ed alla cura della famiglia affiancava un aiuto concreto alla locale Pro loco (della quale figura fra i soci fondatori) e della locale formazione calcistica.

Uomo buono e generoso, chiunque abbia bussato alla sua porta può dire di non essere mai andato via a mani vuote. Profondamente religioso apparteneva anche alla Confraternita della Santissima Trinità che lo ha visto partecipare alle celebrazione in onore della Madonna della Carità lo scorso 25 febbraio.

Colpito improvvisamente alla salute ha serenamente chiuso gli occhi munito del conforto dell’Estrema unzione e della vicinanza della sua famiglia. I famigliari desiderano ringraziare tutto il personale della Casa di cura di Porto Viro e dell’ospedale di Montebelluna per la sensibilità e la cura prodigata per il proprio caro.
Quale ultimo dono d’amore Giorgio ha donato i propri organi consentendo a tre persone di vivere ancora grazie alla sua generosità.