Breaking news
TOLLERANZA ZERO / Sardegna, SOS La Pelosa: per salvare la spiaggia addio asciugamani
13 febbraio 2018 15:57

Cipriani NBR, ormai è crisi aperta

Quarto stop di fila tra le mura amiche contro Fulgor San Bellino

CIPRIANI NBR v FULGOR SAN BELLINO 47-52

 

ROVIGO – È crisi nera per il Nuovo Basket Rovigo, che cade nuovamente – quarto tonfo consecutivo in campionato – stavolta ad opera del Fulgor San Bellino. Neppure le mura amiche riescono a dare una scossa alla squadra per uscire dal periodo negativo attualmente in atto per la formazione rodigina che si dimostra particolarmente in sofferenza contro le squadra di bassa classifica visti gli ultimi incontri.

L’infermeria è come sempre gremita e coach Lucchin mette in campo la formazione migliore possibile, con Donà a guidare l’offensiva ed il ritorno del capitano Diagne. L’inizio non è certo dei migliori. Subito in avvio i rossoblù fanno registrare due palle perse nell’impostazione dell’attacco regalando punti facili agli avversari, che non si fanno pregare e provano subito ad allungare. Sotto canestro si fatica a andare a segno e Demartini non sembra ingranare come ci ha abituati nelle ultime uscite. Nel corso del secondo quarto un veloce break di Donà riavvicina le pantere agli avversari ed il pubblico inizia a scaldarsi, caricando i ragazzi per poter dare il meglio. Azione dopo azione il Cipriani Rovigo diminuisce il divario e con un’altra tripla di Donà, trascinatore indiscusso per i rodigini durante la serata, arriva il pareggio e successivamente anche il vantaggio, appena prima della sirena che segnala l’intervallo.

Il gioco riprende su ritmi abbastanza contenuti, nessuna delle due squadre riesce a trovare il pallino del gioco e si viaggia su percentuali realizzative piuttosto basse. In tutto ciò il San Bellino riesce a trovare il canestro in più occasioni, mentre per il Giuseppe Cipriani si fa sempre più complicato e questo impedimento inizia a farsi sentire sempre con più frequenza. Il quarto quarto inizia con un divario di 8 punti da recuperare per i rodigini che sembrano però più determinati rispetto a prima. Nel giro di 5 minuti i padroni di casa recuperano lo svantaggio accumulato e con una tripla di Turri arrivano a un punto di distacco. La gara inizia a frammentarsi molto, gli avversari iniziano a giocare con il cronometro e sui falli per andare in lunetta, tallone d’Achille della formazione rossoblù in quanto a realizzazione. Sul vero finale manca la verve giusta per riuscire a ribaltare il risultare e con diverse occasioni sprecate il Nuovo Basket Rovigo non riesce a portare a casa la vittoria, uscendo sconfitto con il punteggio finale di 47-52.

Sembra non esserci fine all’infilata di sconfitte sulla strada del Giuseppe Cipriani, situazione che sta mettendo a serio rischio l’accesso ai playoff. È in arrivo una prova molto seria contro la squadra USMI la prossima settimana e vedremo se i giocatori riusciranno a gettare il cuore oltre l’ostacolo e superare il brutto momento no che stanno passando. Prossimo appuntamento venerdì 16 febbraio per la sesta giornata di ritorno.