04 gennaio 2018 17:56

INTERVISTA A MATTIA ZOPPELLARO

Il fotografo rodigino che ha conquistato il mondo

Dal suo ultimo Appleby al nuovo lavoro sulla galassia rave

ROVIGO – Si chiama Mattia Zoppellaro, ha 41 anni anni, e da Rovigo ha conquistato il mondo grazie alle sue fotografie. I suoi scatti di volti famosi della musica hanno fatto da copertina per tantissime riviste musicali, ha esposto in numerose mostre internazionali ed è appena uscito un nuovo libro, Appleby, dedicato alle popolazioni nomadi del nord dell’Inghilterra, edito da Contrasto Books.

“Ho lavorato per anni a questo progetto, seguendo la fiera dei cavalli che le popolazioni Appleby vivono come un momento importante – spiega Zoppellaro -: le giovani donne si presentano alla società, si sposano all’età di 15-16 anni, ci si ritrova per programmare il futuro e frequentandola si capisce molto della loro cultura. Si tratta di un libro fotografico, che si può trovare nelle librerie di tutto il mondo“. Ormai artista internazionale, Mattia continua a rimanere con il cuore rodigino: “Torno spesso in città, anche per lavorare a un mio nuovo progetto proprio dedicato a Rovigo. Cercherò di esprimere la mia visione su questa città attraverso i miei scatti, che sto raccogliendo ormai da anni. Ma si tratta di un work in progress: troppo presto per parlarne”.

A breve, invece, uscirà un nuovo libro fotografico di Zoppellaro dedicato ai rave party, con fotografie scattate in giro per l’Europa dal 1996 al 2006, l’epoca dei grandi rave illegali. “Lo farò uscire il prossimo anno, proprio perché volevo che quest’atmosfera diventasse vintage. Ormai è un punto di ritrovo per i giovani che non esiste più”.