Breaking news
MORIRE DI LAVORO / Milano come Ca’ Emo: tre operai soffocati da esalazioni tossiche
12 gennaio 2018 17:59

Fioretto “sempre uno di noi”

Cena di saluto al dirigente della Questura passato a nuovo incarico a Venezia

ROVIGO – La Casetta Rossoblù dello stadio Battaglini ha ospitato l’altra sera, 10 gennaio, la cena di saluto del commissario capo della Polizia di Stato Michele Fioretto dai suoi dell’ufficio Prevenzione generale e soccorso pubblico della Questura di Rovigo.
Dopo qualche mese da dirigente dell’ufficio Personale, Fioretto da marzo 2015 ha assunto la guida dell’ufficio Prevenzione generale e soccorso pubblico e dallo scorso 8 gennaio ha preso servizio al compartimento della Polizia postale di Venezia.

Così l’altra sera i componenti dell’Upg e Sp della Questura di Rovigo hanno voluto salutare il proprio ex dirigente con una cena durante la quale hanno voluto far sentire la propria stima ed affetto nei confronti di Michele Fioretto.
Durante la cena svoltasi in un clima di amicizia, ma anche di commozione, diversi sono stati gli interventi per lodare l’operato di Fioretto e del rapporto umano che aveva instaurato con tutto il personale.

La cena si è conclusa col taglio della torta con il logo della squadra Volanti con riportante la scritta “sempre uno di noi”. Quindi, al termine, a Michele Fioretto è stata donata una targa a ricordo degli anni passati alla guida dell’Upg e Sp della Questura di Rovigo