Breaking news
RAPPORTO CHOC / Pedofilia, Unicef stima che 53% vittime di abusi ha meno di 10 anni
04 dicembre 2017 13:44

Villadose va sotto, reagisce e schianta Feltre

Consegna delle maglie affidata a Patrizio Zanella e Fabiano Medea

FULVIA TOUR RUGBY VILLADOSE  V RUGBY FELTRE 38-16

Marcatori: pt 5’ p. Righes; 10’ m. Pavanello; 17’ m. Perotto tr. Righes; 37’ m. Pavanello tr. M. Pellegrini; 42’ p. Righes; st 3’ p. Righes; 10’ m. Greggio Masin tr. Zamana; 19’ m. Zamana tr. Zamana; 29’ m. Pavanello tr. Zamana; 34’ m. Tenan

Fulvia Tour Rugby Villadose: M. Pellegrini; Pinato, Pravato, E. Pellegrini, R. Pellegrini; Davì, Zamana; Pavanello, Moro, Moda; Bressello, Greggio Masin; Tenan, Sponton, Galasso. Subentrati: Ceccolin, Mattana, Borsetto, E. Brizzante, Melarato, Pasello, Silvestrin. All. F. Brizzante

Rugby Feltre: G. Perotto; Boschet, Dall’Omo, Sommariva, Righes; Corso, De Marco; Bertelle, E. Perotto, Zatta; Stefani, Busetto; De Rocco, Bordin, Bilesimo. Subentrati: Cambruzzi, Giuggioli, Turrin, Paier, Conz, De Boni, De Girardi. All. Gerardi

Arbitro: Toneatto di Udine

Note: pt 12-13; giornata di sole, discreta presenza di pubblico; cartellino giallo a E. Perotto (st 24’) e Zatta (st 30’); punti in classifica: Fulvia Tour Rugby Villadose 5, Rugby Feltre 0

 

VILLADOSE – Vittoria, sei mete fatte, bonus e sorpasso in classifica: è un Fulvia Tour Rugby Villadose che conquista l’intera posta in palio nel big match della settima giornata del campionato di serie C1 contro il Rugby Feltre. I padroni di casa, spronati a dovere da coach Flaviano Brizzante, che per caricare i suoi aveva chiesto a due glorie del rugby polesano come Patrizio Zanella e Fabiano Medea di consegnare le maglie prima della gara, hanno reagito con una grande prova nella ripresa.

Il primo tempo si era infatti chiuso con gli ospiti avanti 12-13 e primi a marcare in avvio di ripresa per il 12-16 parziale: alla fine, però, quattro mete senza appello hanno portato in Polesine l’intera posta in palio, con risultato finale di 38-16. La gara si apre con una sostituzione in prima linea per infortunio da parte feltrina dopo appena 30 secondi di gioco e gli ospiti sono anche i primi a muovere il punteggio con un piazzato al 5’ di Righes, checchino infallibile dalla piazzola con una tecnica vecchio stile.

Villadose reagisce e segna con capitan Pavanello sfruttando la superiorità in mischia al 10’, ma che 7’ più tardi subisce il nuovo controsorpasso con la meta di Perotto in bandierina. Il Feltre fallisce quindi una ghiottissima occasione per aumentare il divario con un calcio di punizione giocato rapidamente e Bertelle che al momento di schiacciare in meta si lascia sfuggire in avanti l’ovale. Buon per il ‘Dose che ne approfitta per marcare ancora con Pavanello, che preferisce giocare un calcio di punizione guadagnato ancora una volta dalla mischia. In pieno recupero, brutto infortunio per Massimiliano Pellegrini, che riesce comunque a riprendersi e nuovo sorpasso ospite con Righes che, come detto, allunga poi anche ad inizio ripresa.

Il Feltre finisce però al 3’ del secondo tempo la sua partita e salgono in cattedra i padroni di casa. Greggio Masin trova il varco giusto per riportare avanti i suoi, prima che un altro infortunio nella prima linea feltrina porti alla mischia no contest, decisione nell’aria praticamente da inizio match. Più che abbattere Pavanello e compagni, la cosa sembra tuttavia spronarli ulteriormente e solo 5’ dopo Zamana gioca rapidamente un calcio di punizione trovando il pertugio per la meta del bonus che va a suggellare una grande prova del mediano di mischia. I bellunesi si innervosiscono e rimediano un primo cartellino giallo a Perotto, la tripletta personale di Pavanello e un nuovo cartellino giallo a Zatta. Nel finale, maul devastante dei neroverdi con Tenan che schiaccia per il definitivo 38-16. Domenica prossima in via Pelandra altra sfida da non mancare contro il Bassano.

“Ottimo recupero da parte dei ragazzi – commenta coach Brizzante -. Nel secondo tempo ho richiamato l’attenzione perché la partita mi sembrava in mano al Feltre e dovevamo riprenderla noi. Ho chiesto di giocare più stretti davanti, nelle penetrazioni vicino alla mischia, dove potevamo far loro male e farli correre meno e così è successo. Nella ripresa c’è stato un grande Villadose, che ha dominato la partita. Sono molto contento anche dei ragazzi che sono subentrati, a causa di tanti infortuni e problemi durante l’incontro e che hanno fatto sentire il proprio apporto positivo alla squadra. Oggi il Villadose è stato un grande team e ha voluto prendersi questi 5 punti per risalire questa classifica e meritarsi il passaggio del turno”.