27 dicembre 2017 16:02

"ROVIGO AL CINEMA"

Don Bosco, Rovigo risponde presente

ROVIGO – C’era già chi si lamentava del flop registrato il 23 e il 24 dicembre, ma l’iniziativa “Rovigo al cinema” ha stupito tutti: tra Natale e Santo Stefano i rodigini che hanno scelto di andare al don Bosco sono stati quasi mille.

Numeri che riempiono di soddisfazione l’assessore al commercio, Luigi Paulon, promotore dell’iniziativa insieme alla Pro Loco e al Teatro Don Bosco. Insieme a lui, inoltre, anche i gestori del Cinergia, purtroppo fuori uso a causa di un incendio per aiutare nella programmazione natalizia. L’iniziativa prevede la proiezione di film nei weekend delle festività natalizie all’interno della struttura di viale Marconi, per sopperire temporaneamente alla mancanza di un cinema in città. Se le prime due date, dove veniva proiettato “Star Wars”, hanno lasciato tutti con l’amaro in bocca (pochissime le presenze), ora le cose sembrano essersi molto meglio: “In effetti anch’io mi ero lamentato – spiega Paulon -. Poi però ho confrontato i dati con quelli degli altri cinema e in effetti la vigilia e l’ante vigilia pochissime persone scelgono di andare al cinema. Ci siamo rifatti con Natale e Santo Stefano…”.

Si proseguirà nei prossimi due weekend con “Cocò”, cartoon della Disney, e con “Come un gatto in tangenziale”, film comico. Considerati i risultati positivi, è possibile che l’iniziativa prosegua anche il prossimo anno: “Prima di dare una risposta positiva analizzeremo come vanno i prossimi weekend – prosegue l’assessore -. Stiamo pensando già a qualcosa di più duraturo, sempre in collaborazione con i gestori dell’ormai ex Cinergia”.

Ma se il cinema in centro piace, a destare più di qualche perplessità è il centro storico: il giorno di Santo Stefano (idem il giorno prima, Natale) , infatti, la piazza era deserta a causa della chiusura degli operatori delle casette di legno, che vendono oggettistica natalizia. “Si lamentano che vanno tutti in Fattoria, ma poi in centro gli operatori restano chiusi… Ci credo”, il parere più diffuso in città. Al posto delle casette, in ogni caso, in corso del Popolo ha fatto il pienone il consueto mercato del martedì, anche se con le festività aveva  ben poco a che vedere…