20 dicembre 2017 13:15

ACCADEMIA DEI CONCORDI

Boniolo nuovo presidente: “Apriremo la biblioteca alla città”

Il suo vice sarà Pier Luigi Bagatin, già figura di spicco della cultura di Lendinara

ROVIGO – Giovanni Boniolo, il nuovo presidente dell’Accademia dei Concordi di Rovigo succeduto a Enrico Zerbinati, si presenta alla città. E lo fa illustrando i nuovi progetti della biblioteca rodigina, primo tra tutti quello di rinnovare la convezione con il Comune di Rovigo mettendo definitivamente la parola fine alle annose problematiche relative al bilancio, che ogni anno mettono in discussione il futuro dell’Accademia, dei servizi e dei suoi dipendenti. ù

Giovanni Boniolo, 61 anni, è uno dei presidenti più giovani che l’Accademia abbia mai avuto, è professore all’Università di Ferrara, e dimostra da subito la sua propensione ad aprire la biblioteca e i suoi tesori al pubblico: “Sarò in carica per tre anni e voglio far risplendere l’Accademia. Il mio primo compito è quello di riportare in armonia il dialogo con il Comune: un dialogo già iniziato grazie all’assessore Alessandra Sguotti, e spero di ridefinire la convenzione nell’arco di qualche mese così da poter tutti lavorare con massima tranquillità. In secondo luogo voglio aprire la biblioteca alla città: ci sono meraviglie che le persone non conoscono qui dentro. Vogliamo sviluppare iniziative che facciano tornare l’Accademia il cuore culturale di Rovigo”.

Insieme a lui, il 18 dicembre scorso, è stato eletto come nuovo consigliere Pier Luigi Bagatin, già responsabile della biblioteca di Lendinara, ora diventata cittadella culturale. Bagatin, in questi giorni, riceverà l’incarico di vice presidente e sposa completamente la linea di Boniolo: “Prima di tutto dobbiamo risolvere il rapporto con il Comune, per poter programmare in serenità il nostro bilancio e decidere poi che iniziative portare avanti e muoverci. Mi auguro di poter dare il mio contributo anche grazie alla mia esperienza maturata nel mondo delle biblioteche”.