Breaking news
LA TERRA TREMA / Terremoto del 4.4 nel Parmense, paura ma niente danni
12 novembre 2017 18:43

Villa Badoer, benefici fiscali per chi dona soldi al restauro

Agevolazioni sotto forma di credito di imposta per chi effettua erogazioni liberali

ROVIGO – Anche concorrendo con la Provincia nella spesa di 30mila euro per la manutenzione ordinaria 2018 dei giardini di Villa Badoer di Fratta Polesine sarà possibile usufruire del credito d’imposta del 65% previsto per chi effettua erogazioni liberali a sostegno della cultura.
Lo prevede Art Bonus all’articolo 1 delle legge del 2014 “disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo”, reso permanente nel 2016 che consente a cittadini e imprese di fare donazioni dirette per il restauro dei beni culturali e il sostegno dei luoghi della cultura ottenendo uno sconto fiscale da detrarre in tre anni dall’Irpef.

Da settembre è presente sul portale anche l’intervento individuato a sostegno del complesso monumentale polesano consistente nella manutenzione ordinaria 2018 dei giardini della villa “opera autografa di Andrea Palladio e registrata dall’Unesco nei beni patrimonio dell’umanità”.

Come fare?
Sul sito www.artbonus.gov.it sono riportate le informazioni per consultare la lista degli interventi, per donare e le informazioni sui benefici fiscali indipendentemente dalla natura e dalla forma giuridica del soggetto beneficiario.
Nello specifico si dovrà andare alla lista interventi e cercare Villa Badoer, dove sarà possibile consultare la scheda di descrizione del bene e gli interventi previsti. Successivamente di dovrà contattare la Provincia per concordare i dettagli dell’erogazione area.llpp@provincia.rovigo.it o telefonando allo 0425 386914 o 903.

Per effettuare la donazione è necessario fare un bonifico per agevolazioni fiscali con la causale “Manutenzione ordinaria del giardino di Villa Badoer anno 2018” indicando codice fiscale o partita Iva del mecenate.
Si dovrà poi comunicare alla Provincia l’effettuazione della donazione per la registrazione sul sito di Art Bonus e scaricare dallo stesso l’autodichiarazione relativa all’erogazione e consentire con una liberatoria, la pubblicazione del nominativo.