Breaking news
LA TERRA TREMA / Terremoto del 4.4 nel Parmense, paura ma niente danni
09 novembre 2017 17:11

Renzi in città: sono solo selfie e sorrisi

L'ex premier scende dal treno, dribbla la folla e s'invola verso Melara

ROVIGO – L’attesa era tanta. Ma ogni aspettativa è stata delusa: Matteo Renzi è arrivato in città oggi pomeriggio, 9 novembre, scendendo dal treno che lo sta portando in tour in tutte le città d’Italia intorno alle 14.30 ma non si è fermato nemmeno un minuto a parlare con i tanti che erano accorsi in stazione per salutarlo e portare alla sua attenzione i tanti problemi che attanagliano Rovigo.

Davanti alla stazione erano arrivati in tanti a cominciare dai lavoratori che in questi mesi hanno perso il lavoro nelle varie aziende (Sicc, Guerrato, Belelli), sindaci del territorio polesano, alcuni dimostranti di gruppi politici opposti come Forza Nuova, ma anche cittadini curiosi e ovviamente i giornalisti pronti a chiedere all’ex premier qualche delucidazione sui temi scottanti per la nostra zona. Nonostante il treno fosse arrivato in ritardo e nonostante ci fosse un’auto pronta ad aspettarlo, però, Renzi si n’è andato via subito, senza rilasciare alcuna dichiarazione e bypassando di fatto tutti. Solo qualche selfie qui e là, giusto per calmare la folla.

Inutile chiedere cosa ne pensasse del referendum, dell’autonomia del Veneto, di cosa fare per rilanciare il territorio del Polesine. Solo una rapida risposta: “Ho scritto tutto su Twitter, guardate lì. Ora andrò a Melara e conoscerò il vostro territorio. Ho parlato anche con il sindaco di Porto Tolle, Claudio Bellan, per ascoltare la voce del Delta. Vedremo cosa fare”. Nulla di più: Renzi è sceso dal treno ed è salito in auto alla volta di Melara, accompagnato da due pullman di politici polesani.

Unici a parlare alle telecamere e ai giornalisti sono stati Diego Crivellari e Nadia Romeo, forse un po’ dispiaciuti per la scarsa attenzione dimostrata da Renzi: “Purtroppo i tempi sono molto stretti e deve scappare. In treno, però, abbiamo parlato del Polesine e continueremo a farlo a Melara. Probabilmente poi si fermerà sulla tomba di Matteotti per portare un saluto personale. E’ un nostro obiettivo quello di dare risposte al territorio, soprattutto in ambito occupazionale. Sull’autonomia invece Renzi si è già espresso: darà battaglia al centrodestra e alla Lega Nord. E’ soddisfatto che a Rovigo non si sia raggiunto il quorum”.