Breaking news
LA TERRA TREMA / Terremoto del 4.4 nel Parmense, paura ma niente danni
14 novembre 2017 16:59

Arte Dada protagonista all’Arci Rovigo

Doppio appuntamento con la cultura giovedì 16 novembre

ROVIGO – Cultura a 360 gradi in primo piano all’Arci di Rovigo con due appuntamenti dedicati rispettivamente all’arte contemporanea e al cinema. Andando con ordine, sarà il Dadaismo il protagonista del quinto appuntamento in programma per il ciclo di conferenze “Arte contemporanea. La pittura del ‘900” inserito nel “Progetto 900” realizzato dall’Arci con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.
L’evento si terrà giovedì 16 novembre nella sede dell’Arci di viale Trieste 29 a Rovigo, a partire dalle 18.15. Relatrice della serata sarà Alessandra Chiarini che tratterà: Duchamp, Man Ray e il Dadaismo.

Il Dadaismo è un movimento artistico di avanguardia che nasce durante la Prima guerra mondiale come reazione alla cultura e ai valori che hanno portato al conflitto bellico. Il Dadaismo vuole dare scandalo con un’arte che rifiuta i metodi tradizionali e sperimenta nuove forme espressive. Nel corso di questo incontro saranno affrontati i maggiori esponenti del movimento Dada, tra cui Marcel Duchamp, Man Ray e Marcel Janco.
L’ingresso alla conferenza è libero con la tessera Arci “Galileo Cavazzini” 2017/18.

Per ciò che riguarda il cinema, sempre giovedì 16 novembre, al teatro Don Bosco di Rovigo a partire dalle 21, sarà proiettato il film “Animali notturni” di Tom Ford. Ad introdurre la serata sarà sempre Alessandra Chiarini, dottoressa di ricerca in Studi cinematografici all’Università di Bologna.

La trama: Susan, proprietaria di una galleria d’arte contemporanea a Los Angeles e trascurata moglie di Hutton, riceve la stesura finale di un romanzo scritto dall’ex marito Edward. Attraverso la lettura notturna del manoscritto, che rielabora in una crudele chiave metaforica l’esperienza traumatica della separazione della coppia, la donna, pagina dopo pagina, ripercorre a ritroso la relazione con Edward: inizia, così, a mettere in discussione le scelte esistenziali che l’hanno condotta a lasciare l’ex compagno per abbracciare una vita fatta di apparenze e superficialità.
L’ingresso è libero.