Breaking news
MAGLIA NERA / In Italia gli occupati più anziani dell’UE: età media 44 anni
05 ottobre 2017 18:17

Presto di nuovo in cima a Torre Donà

Paulon anticipa l'ufficializzazione del contributo

ROVIGO – Torre Donà tornerà a splendere per la città e i rodigini potranno tornare sulla sua sommità per ammirarne il panorama. Lo anticipa l’assessore Luigi Paulon che spiega anche come sarà finanziata l’intera opera di ristrutturazione, che si dovrebbe concludere entro l’estate 2018.

L’intero intervento infatti costerà 200mila euro che il Comune otterrà a breve grazie a un bando del Gal, in quanto Rovigo è inquadrata come area rurale. “Non ne do ancora l’annuncio ufficiale perché attendo le firme, ma ormai è cosa fatta” commenta Paulon. Rimane quindi solo una piccola parte per le spese di Iva che coprirà il Comune nel bilancio 2018. La torre al momento è inaccessibile e non solo per motivi di sicurezza, ma anche perché purtroppo al suo interno si trova uno strato di guano di piccione.

Per quanto riguarda i tempi di realizzazione Paulon è ottimista: “I progetti sono già pronti, si aspetta solo l’ufficializzazione del bando per varare il progetto esecutivo”. Torre Donà quindi dovrebbe riaprire i battenti in estate, completando l’opera di rivitalizzazione del castello di piazza Matteotti. La ristrutturazione di Torre Donà si aggiunge quindi all’apertura dei giardini, avvenuta ormai 7 anni fa, e al recente recupero dei sotterranei. L’intera location, spiega Paulon, vuol diventare punto di aggregazione per la città: si ospiteranno eventi, mostre ed esposizioni. Oltre che il consueto cinema all’aperto estivo.