Breaking news
MANOVRA A META' / Cellulare alla guida e seggiolini anti-abbandono, giro di vite bye bye
11 ottobre 2017 09:49

“Il Museo del miele? Struttura gradevole e curata”

L'assessore regionale Corazzari replica al senatore Amidei 

VENEZIA – “Il Museo del miele non è stato aperto un solo giorno per opera di apicoltori volontari, ma solo da operatori del Consorzio regolarmente retribuiti. L’Associazione Apicoltori del Delta del Po, ha in uso parte della struttura in quanto dotata di sala di smielatura comune, all’interno della quale gli operatori possono svolgere la propria attività, non di volontariato, secondo le disposizioni di legge, in quanto trattano prodotti destinati all’alimentazione che poi sono liberi di vendere”.

Risponde così l’assessore regionale al territorio e ai parchi Cristiano Corazzari al senatore Bartolomeo Amidei che nei giorni scorsi lo aveva chiamato in causa per un presunto stato di abbandono nella gestione del Museo di Ca’ Cappellino, a Porto Viro.

 “La struttura entro la quale sorge il Museo del Miele – spiega l’assessore – è di proprietà del Comune di Porto Viro ed è affidata in gestione all’Ente Parco Regionale Veneto del Delta del Po. Nel 2014 l’Ente Parco, dopo anni in cui la struttura di Ca’ Capellino era rimasta chiusa, ha emesso un bando per la gestione dei diversi centri visita di propria competenza, che comprendeva anche il Museo del Miele. Tale bando fu vinto dal Consorzio Delta Pool Service, che raggruppa operatori turistici ed economici dell’area deltizia, nel 2015 e da allora ne cura la visitazione, che, come richiesto dal protocollo di affidamento, per l’anno in corso, viene aperta dal 17 settembre al 29 ottobre 2017, per quanto riguarda l’autunno, e dal 25 marzo al 24 giugno, nell’ambito primaverile. Il centro è aperto la domenica, dalle 9.30 alle 12.30 e alle 15.00 alle 18.00, come da orario affisso al cancello e alla porta d’ingresso, oppure su prenotazione, previo accordo con i gestori”.

“Attualmente il Museo è nel pieno della propria funzionalità – conclude l’assessore – La struttura è molto gradevole e curata, adatta anche ad attività didattiche con i bambini, come avvenuto nel corso della Festa del Miele di domenica 1 ottobre. La  struttura è circondata da uno splendido giardino didattico, valorizzato anche dalla competenza con cui le guide abilitate accompagnano i visitatori”.

Una replica che Corazzari estende anche alla gestione del Parco in generale : “Circa la futura governance dell’Ente, le accuse risultano essere del tutto prive di fondamento, è infatti attualmente all’esame della II Commissione consiliare regionale il progetto di riforma della legge sui parchi e le aree protette che appena sarà approvata comporterà il rinnovo degli organi di gestione di tutti i parchi del Veneto. Con la nuova legge sarà finalmente garantito un sistema organizzativo moderno ed efficace di questi preziosi ambiti, assicurando piena rappresentanza delle istituzioni locali e dei territori coinvolti”.