Breaking news
MANOVRA A META' / Cellulare alla guida e seggiolini anti-abbandono, giro di vite bye bye
11 ottobre 2017 12:11

A lezione di Protezione civile (in piazza)

Sabato 14 ottobre nell'ambito della campagna di comunicazione nazionale   

ROVIGO – Il Comune di Rovigo aderisce ad “Io non rischio”. Si tratta della campagna di comunicazione nazionale sulle buone pratiche di protezione civile, in programma sabato 14 ottobre. A Rovigo i volontari di protezione civile incontreranno in piazza Vittorio Emanuele II, i cittadini per parlare di rischio terremoto, maremoto e alluvione e cosa ognuno di noi può fare per ridurne gli effetti. 

Partecipano le seguenti organizzazioni di volontariato: NPAS – P.A. Croce Verde di Adria, Gruppo Comunale PC Porto Tolle, Gruppo Comunale Protezione Civile Rhodigium di ROVIGO e Gruppo intercomunale volontari di protezione civile Isola di Ariano di Taglio di Po. Per l’edizione speciale di quest’anno, oltre ai punti informativi Io Non Rischio, la piazza sarà animata con il “trekking urbano”. I volontari saranno a disposizione con punti informativi anche in Piazza Garibaldi.

Come è ben noto a tutti, l’Italia è un paese esposto a molti rischi naturali. Ma è altrettanto vero che l’esposizione individuale a questi rischi può essere sensibilmente ridotta attraverso la conoscenza del problema, la consapevolezza delle possibili conseguenze e l’adozione di alcuni semplici accorgimenti. E attraverso conoscenza, consapevolezza e buone pratiche poter dire, appunto: “io non rischio”.

Io non rischio è anche lo slogan della campagna, il cappello sotto il quale ogni rischio viene illustrato e raccontato ai cittadini insieme alle buone pratiche per minimizzarne l’impatto su persone e cose. E in questo caso il termine slogan, che in gaelico significa “grido di battaglia”, è particolarmente appropriato: è la pacifica battaglia che ciascuno di noi è chiamato a condurre per la diffusione di una consapevolezza che può contribuire a farci stare più sicuri. Si tratta di una tematica molto importante – ha detto il sindaco Massimo Bergamin -, essere consapevoli e informati sui rischi che i fenomeni naturali possono causare, ritengo sia fondamentale. Un plauso dunque a questa iniziativa con l’auspicio di una grande partecipazione”.