Breaking news
MANOVRA A META' / Cellulare alla guida e seggiolini anti-abbandono, giro di vite bye bye
10 ottobre 2017 12:47

Granzette, un buon pari all’esordio

Le neroarancio alla prima in serie A possono addirittura recriminare

Granzette – Walcor San Pietro Bozzolo 1-1
Granzette: Omietti, Iaich, Vannini, Paolucci, Sinigaglia, Costa, Di Tavi, Andreasi, Longato, Piccinardi, Varotto, Grandi. All. Bassi.
Walcor S. Pietro Bozzolo: Contesini, Pittalis, Bonuzzi, Tomella, Savazzi S., Piccoli, calo, Scandola, SavazziC., Solano, Pileggi, Cottini. All. Bonizio.

ROVIGO – Grande pomeriggio domenica 8 ottobre al palazzetto di via Mozart a Rovigo; alle 16 le ragazze del Granzette hanno fatto il loro debutto in Serie A2 contro il Walcor San Pietro portando a casa il primo storico punto nel Futsal Nazionale.

Un pareggio che lascia l’amaro in bocca viste le numerose occasioni da gol per le neroarancio, soprattutto nel primo tempo. Il Granzette, sostenuto da un numerosissimo pubblico, nonostante l’agitazione da primo giorno di scuola, parte subito forte: atteggiamento aggressivo, lotta su ogni pallone e Grandi, l’estremo difensore rodigino, fa quasi da spettatrice per tutti i primi venti minuti effettivi. Al contrario, la sua opposta si supera con parate pregevoli e nega la rete del vantaggio a Longato più volte, ma anche a Paolucci ed Andreasi mettendo in angolo le numerose occasioni delle ragazze della Marzana.

Il San Pietro si difende cercando di contenere una Longato in gran forma, ma è tutto il Granzette che gioca bene; nonostante sia la prima partita in fase difensiva le ospiti trovano pochi spazi dove far male e devono spesso cercare la singola giocata. Le padrone di casa costruiscono azioni corali, ma il gol non arriva: Paolucci servita da Andreasi a portiere battuto vede la palla uscire dalla porta grazie ad una parata di petto di un difensore; Longato con uno scambio nello stretto con Vannini trova la porta ma l’estremo difensore mette a lato; ed infine sempre il numero uno mantovano si supera su Andreasi parando un tiro di punta.

Il Granzette ha speso molto nella prima frazione di gioco e la tensione del debutto condita con la novità del tempo effettivo fanno calare il ritmo, ed il San Pietro ne approfitta arrivando spesso davanti a Grandi, decisamente più impegnata, che però risponde presente chiudendo ogni pericolo. Mister Bassi chiama il time out dopo appena 4’ effettivi, le sue ragazze ricominciano a giocare e dopo due tentativi si portano in vantaggio: dopo un giro palla perfetto tra Piccinardi e Vannini la palla arriva a Longato, la numero 9 da vero bomber cerca uno spiraglio e fa partire il suo sinistro su cui nulla può questa volta Contesini.

Il vantaggio galvanizza gli animi ed il Granzette riprende a spingere, ma la porta sembra davvero stregata, ed a 6’ dal termine il San Pietro trova la rete del pareggio grazie ad un parapiglia in area su cui Grandi non può far nulla e al termine del quale Scandola può toccare la palla in porta. Il gol non frena le padrone di casa le quali ripartono subito alla ricerca del vantaggio; Costa recupera un pallone e serve Di Tavi sul secondo palo, la numero 7 si lancia in scivolata ma la palla sfiora il palo ed esce. È ancora il portiere avversario ad essere protagonista su Andreasi, la rodigina riceve da Sinigaglia in banda, salta la diretta avversaria sulla destra e mette la palla all’incrocio dove nessuno può arrivare; nessuno tranne Contesini la quale blocca in gola l’urlo dei supporter neroarancio e blocca così la partita sul risultato di parità.

La storia sta sicuramente passando per Granzette e le ragazze della Marzana vogliono farla da protagonista, prova ne è l’ottimo esordio di domenica. Ora però testa alla prossima, in trasferta contro il Real Fenice; in settimana si analizzeranno le cose positive e quelle damigliorare, con una certezza: questa squadra può stare in questa categoria e farà divertire il proprio pubblico offrendo calcio a 5.